Notizia

Trump affonda Biden sull’Afghanistan: come portare un agnello al macello

, Author

Trump: dusastroso il ritiro delle forze Usa gestito da Biden, come “agnelli al macello”

L’ex inquilino della Casa Bianca Donald Trump – tuttora convinto di essere il legittimo vincitore delle Presidenziali dello scorso novembre e di essere vittima di gravi brogli nel voto postale – ha nuovamente colpito e affondato il suo successore Joe Biden sulla Fox Tv paragonando il caotico ritiro Usa dall’ Afghanistan gestito dall’attuale amministrazione a “un agnello che va al macello”.

L’ex presidente Usa ha evocato il rischio di una crisi degli ostaggi come quella della presidenza Carter. “Dovevano portare via la gente da lì. Immaginatevi l’esercito che va a casa e lascia tutta quella gente”, ha detto, sostenendo che i talebani “potrebbero prendere in ostaggio 40mila americani”. E’ “come il capitano che abbandona la nave che sta affondando e dimentica i passeggeri”, ha concluso Trump.

Joe Biden e la disastrosa uscita dall’Afghanistan: caos a Kabul

L’improvviso crollo del governo afghano non è interamente colpa di Joe Biden e della sua amministrazione. Biden ha infatti ereditato un pantano lungo 20 anni, che ha messo alla prova tre presidenti prima di lui, due dei quali avevano promesso di porre fine alla presenza degli Stati Uniti in Afghanistan ma alla fine non l’hanno fatto. Biden, nel terminare la guerra più lunga d’America, si trova ora a fronteggiare una crisi di politica estera devastante e in rapida evoluzione. 

Tuttavia è stata l’ amministrazione di George W. Bush, dopo aver preso di mira i talebani e Al Qaeda in Afghanistan dopo l’11 settembre, che si è spostata disastrosamente verso l’invasione dell’Iraq, un paese che non ha avuto alcun ruolo negli attacchi terroristici. Successivamente, l’amministrazione di Barack Obama , di cui Biden era vicepresidente, uccise Osama bin Laden e richiamò le forze in Afghanistan, ma gli Stati Uniti non se ne andarono mai completamente. E Donald Trump , che si vantava delle sue conversazioni con il leader dei talebani, “ha gettato le basi per il ritiro facendo un accordo”, osserva NPR. 

Tuttavia, è anche vero che ciò che sta accadendo in Afghanistan è esattamente ciò che Biden ha detto, senza mezzi termini, che non sarebbe accaduto. Ha detto che gli Stati Uniti avevano preparato le forze governative nel paese dichiarando che sarebbero stati in grado di mantenere la linea contro i talebani, anche se ha riconosciuto, nell’annunciare il ritiro il mese scorso, che il gruppo di insorti era “militarmente più forte” dal 2001. Ma i talebani hanno battuto rapidamente l’esercito afghano, conquistando in pochi giorni i capoluoghi di provincia di tutta la nazione e, nel fine settimana, conquistando Kabul. La cosa più lampante di tutte è che Biden aveva promesso di proteggere i cittadini e i partner afghani sul campo, ma finora solo in 2.000 sono arrivati ​​negli Stati Uniti, lasciando molti altri in uno stato di orribile incertezza.

Il crollo è stato un enorme fallimento della politica estera statunitense. 

Biden ha annunciato a luglio che le forze statunitensi sarebbero state completamente ritirate entro la fine di questo mese e ha affermato che la prospettiva che i talebani salissero al potere per controllare l’intero paese era “altamente improbabile”. La situazione si è rapidamente deteriorata la scorsa settimana, quando gli insorti hanno preso Kandahar, il cuore del Paese talebano, e altre capitali e hanno messo gli occhi su Kabul, la città più grande della nazione. Le cose sono peggiorate ulteriormente durante il fine settimana: domenica, il presidente afghano Ashraf Ghani ha lasciato il paese, tra i colloqui tra gli insorti e il governo, e i combattenti talebani hanno rivendicato il palazzo presidenziale. “Abbiamo visto che [l’esercito afghano] non è stato in grado di difendere il paese”, ha ammesso il Segretario di Stato Antony Blinkenalla CNN, “e questo è successo più rapidamente di quanto ci aspettassimo”.

È un eufemismo, considerando sia la portata della crisi che il fallimento della Casa Bianca e del Pentagono nell’anticiparla. “La Casa Bianca è stata chiaramente colta alla sprovvista e impreparata di fronte alla velocità del collasso dell’Afghanistan”, ha detto l’analista politico Brian Klaas .

Biden ha respinto le critiche sabato, scagliandosi contro l’idea di una presenza americana “infinita” in Afghanistan e sottolineando che, nel richiamare le truppe, stava seguendo una linea temporale che l’amministrazione Trump aveva imposto, con una breve estensione. 

La Notizia.net è un quotidiano di informazione libera, imparziale ed indipendente che la nostra Redazione scrive senza condizionamenti di alcun tipo perché editore della testata è la Associazione culturale “La Nuova Italia” che opera senza fini di lucro con l’unico obiettivo della promozione della nostra Nazione, sostenuta dall’attenzione con cui ci seguono i nostri affezionati lettori che ringraziamo di cuore per la loro vicinanza. La Notizia.net è il giornale online con notizie di attualità, cronaca, politica, bellezza, salute, cultura e sport. Il direttore della testata giornalistica è Lucia Mosca.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Leave a Reply