Open

Tre le nuove emoji del 2021 ci sarà anche quella di un uomo incinto

, Author

Come moderni geroglifici. Da quando le emoji sono state introdotte alla fine degli anni ’90 sono diventate parte del nostro linguaggio. Un modo di comunicare fuso con le parole che negli ultimi anni ha puntato a diventare sempre più inclusivo. Prima sono state aggiunte emoji con diversi colori della pelle e poi si è puntato sulle differenze di genere. Ora è stata presentata la prima bozza dell’emoji che rappresenta un uomo durante una gravidanza. La prima versione nuovo set di icone è stato pubblicata dall’Unicode Consortium, l’associazione no profit con sede in California che si occupa di approvare le codifiche dei caratteri utilizzati sul web. Il pacchetto di emoji ora affronterà il processo di approvazione: se non ci saranno ostacoli verrà presentato ufficialmente a settembre.


Un uomo in gravidanza sarà la nuova emoji nei cellulari

Emojipedia.org | Le proposte per le nuove emoji del 2021-2022

La scelta di introdurre l’emoji di un uomo in gravidanza è in linea con l’obiettivo di rendere ogni emoji gender neutral, proponendo così un’alternativa per tutte le icone. In questa strategia è previsto anche l’estensione delle emoji non binarie, quelle che non sono associabili né al genere femminile né a quello maschile. A spiegarlo è Jeremy Burge, uno dei responsabili dell’archivio Emojipedia: «Quasi tutti le emoji possono avere di default un’opzione di genere neutro, con la possibilità di utilizzare una donna o un uomo ove pertinente». Nel nuovo aggiornamento ci potrebbero essere anche un cuore formato da due mani, una pila scarica e un volto che fa il saluto militare.


Sposi con il velo, coppie multietniche e arti robotici. Gli aggiornamenti del passato

L’ultimo aggiornamento del campionario di emoji aveva incluso, oltre che dei discutibili Dodo, una serie di icone che rappresentavano una figura maschile con il velo da sposa. Una scelta criticata in Italia dall’associazione ProVita&Famiglia. L’anno precedente l’Unicode Consortium aveva introdotto nel suo archivio le coppie multietniche, le emoji in sedia a rotelle e gli altri robotici. Le emoji stanno diventando negli ultimi anni anche un terreno di battaglie civili. Nel 2019 l’Unicode Consortium ha raccolto la proposta di due associazioni per i diritti delle donne che chiedevano di introdurre un’icona per rappresentare le mestruazioni.

Leggi anche:

Leave a Reply