Open

Tokyo 2020, l’incubo del contagio tra gli atleti: si ritirano i primi positivi al Covid

, Author

A due giorni dalla cerimonia inaugurale dei Giochi Olimpici di Tokyo, aumenta il numero delle rinunce a causa della pandemia. Dal primo luglio, 79 persone, su oltre 20 mila testate, sono risultate positive al Coronavirus. Di queste, otto sono atleti, cinque dei quali vivono nel villaggio olimpico. Ultimo ad aver contratto l’infezione è il giocatore statunitense di Beach volley Taylor Crabb. Il 45enne, veterano della disciplina, avrebbe dovuto sfidare questa domenica la coppia italiana Carambula-Rossi in una partita del turno d’esordio. Essendo però asintomatico avrebbe chiesto di tornare a casa, alle Hawaii, per trascorrervi la quarantena, ma non si sa se la sua richiesta verrà accolta dalle autorità giapponesi. Intanto gli statunitensi hanno chiesto di poterlo sostituire con Tri Bourne, 32enne anch’egli proveniente dalle Hawaii, ma non c’è stata ancora una risposta.


Un altro ritiro di peso arriva dallo Skeet, una delle specialità olimpiche del tiro al volo. La tiratrice britannica Amber Hill, numero uno del ranking mondiale e tra le favorite per la medaglia d’oro, è risultata positiva e non potrà partecipare ai Giochi olimpici. «Non ci sono parole per descrivere cosa sto provando – ha detto Hill attraverso la sua federazione -. Dopo cinque anni di sacrifici e allenamenti, sono devastata dal fatto di dovervi dare la notizia che ieri notte mi hanno detto che sono risultata positiva al Covid. Questo vuol dire che non faccio più parte di ‘Team Gb” per Tokyo. Mi riprenderò da tutto questo, ma ora ho bisogno di prendermi del tempo per riflettere».



July 21, 2021

Finisce l’avventura olimpica anche per la skateboarder canadese Candy Jacobs che sui social ha dichiarato di essere sopraffatta dalla notizia della propria positività. «Mi sento in buona salute e ho fatto di tutto per evitare questo scenario, ho preso tutte le precauzioni – ha scritto Jacobs sui social – avrò bisogno di un po’ di tempo per digerire la delusione. Sulla strada per Parigi-2024». Ieri, è invece toccato alla specialista cilena del taekwondo, Fernanda Aguirre. L’atleta è risultata positiva dopo un test effettuato in aeroporto e un secondo tampone ha poi confermato l’esito. Per questo le è stato impedito di andare al villaggio olimpico ed è stata messa in quarantena per «un minimo di dieci giorni». Il comitato olimpico cileno ha fatto sapere che l’atleta è asintomatica. Ma la Aguirre è comunque fuori dai Giochi perché la sua competizione, quella dei 57 kg, è in programma già domenica prossima.

Leggi anche:

Leave a Reply