Open

Sale la paura contagi alle Olimpiadi: 15 casi tra lavoratori e giornalisti. C’è il primo caso nel Villaggio olimpico

, Author

Sono almeno 15 i casi positivi al Coronavirus di persone in vario modo legate ai Giochi olimpici di Tokyo. La preoccupazione nel Comitato olimpico era già cresciuta questa mattina a sei giorni dall’inizio dei Giochi, dopo la scoperta del primo contagio all’interno del Villaggio olimpico. L’organizzazione ha poi chiarito che non si tratta di un atleta, ma di una persona arrivata dall’estero, della quale però ancora non è stata rivelata né l’identità né il suo stato di salute. Tra gli altri contagiati nelle ultime 24 ore legati alle Olimpiadi ci sono sei dipendenti del Comitato organizzatore giapponese e due membri dei media. Dei 15 positivi, otto sono arrivati in Giappone nelle ultime due settimane, mentre altri sette sono residenti nel Paese che ospita i Giochi. Il sistema di tracciamento dovrà ora verificare se queste persone abbiano avuto accesso al Villaggio olimpico. «Stiamo facendo tutto il possibile per prevenire qualsiasi focolaio di Covid – ha detto la presidente di Tokyo 2020, Seiko Hashimoto – Se dovessimo ritrovarci con un focolaio, ci assicureremo di avere un piano in grado di rispondere». Già nei giorni scorsi erano emersi alcuni casi di positività tra gli atleti durante la fase di avvicinamento ai Giochi. Era stata annullata infatti la partita di preparazione tra le squadre di basket di Stati Uniti e Australia, dopo che l’americano Bdradley Beal era risultato positivo. Il compagno di squadra Jerami Grant è invece finito in isolamento. Contagiato anche il tennista australiano Alex de Minaur, diciassettesimo nel ranking Atp, che si sarebbe infettato in Spagna dove vive.


Leggi anche:

Leave a Reply