Rocco Siffredi positivo al Covid: contagiati anche moglie e figli

Posted On By admin
rocco-siffredi-positivo-al-covid:-contagiati-anche-moglie-e-figli

Contagi nel mondo dello spettacolo

Rossella Grasso — 28 Ottobre 2020

Foto  LaPresse/  Gian Mattia D’Alberto
05-09-2016  Venezia
spettacolo
73. Mostra internazionale d’arte cinematografica
‘Rocco’ red carpet
nella foto:   Rocco Siffredi,  Ròzsa 

Photo LaPresse/ Gian Mattia D’Alberto
05-09-2016  Venice
73 th Venice film festival
‘Rocco’  premiere
In the picture:  Rocco Siffredi,  Ròzsa
Foto LaPresse/ Gian Mattia D’Alberto
05-09-2016 Venezia
spettacolo
73. Mostra internazionale d’arte cinematografica
‘Rocco’ red carpet
nella foto: Rocco Siffredi, Ròzsa

Photo LaPresse/ Gian Mattia D’Alberto
05-09-2016 Venice
73 th Venice film festival
‘Rocco’ premiere
In the picture: Rocco Siffredi, Ròzsa

Rocco Siffredi, il noto attore pornografico, sarebbe positivo al Coronavirus. Ad annunciare l’indiscrezione è stato il sito Dagospia, scrivendo che anche moglie e figli, autista e donna di servizio si sarebbero contagiati.

L’attore si trova attualmente a Budapest, ma la settimana scorsa era a Roma per lavorare alla sceneggiatura della sua serie autobiografica. Non sono tuttavia pervenute conferme da parte dell’interessato e nemmeno si conoscono le condizioni di salute, sue e dei suoi congiunti.

Ieri per Siffredi è stata una giornata di riconoscimenti. Si è infatti aggiudicato due premi alla terza edizione del festival cinematografico dell’industria dell’intrattenimento per adulti di Berlino. Si chiama Xbiz Europa Awards 2020 e Siffredi si è aggiudicato con il suo nuovo film a luci rosse My Name is Zaawaadi due statuette come Movie of the Year e Best sex scene, entrambi nella categoria dove il film era candidato.

Siffredi è tra i personaggi dello spettacolo che si è impegnato a diffondere e invocare il senso di responsabilità di tutti per la lotta al covid. “Ho utilizzato una chiave ironica perché sdrammatizzare è importante ma bisogna allo stesso tempo far capire che non si tratta di un gioco”, aveva detto, e sul mercato pornografico ai tempi del Coronavirus aveva detto: “È assurdo che non abbia ancora avuto uno stop. Da circa due mesi, cioè da quando è iniziata questa emergenza, io non giro più. Ma l’industria del porno non ha fatto lo stesso, stranamente. Non si è fermata l’Europa in generale, non si sono fermate Budapest, Praga, Parigi. Tutti gli attori continuano a girare”.

© Riproduzione riservata

Contenuti sponsorizzati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *