Notizia

Non solo Covid. Von Der Leyen: “Questa sarà l’era delle pandemie”

, Author

Non solo Covid. Von Der Leyen: “Questa sarà l’era delle pandemie”

Questo il succo delle dichiarazioni rilasciate al Financial Times dalla presidente della Commissione europea Ursula Von Der Leyen relativamente all’emergenza sanitaria che tutto il mondo sta vivendo.

“Stiamo entrando in un’era delle pandemie. Se si guarda a quanto è accaduto negli ultimi anni, con l’Hiv, Ebola, Mers e Sars, quelle erano epidemie che potevano essere contenute, ma non possiamo pensare che sia tutto finito una volta superato il Covid-19”. 

Quello che di certo sappiamo, valutando anche i dati storici, è che questa non è di certo la prima pandemia alla quale l’umanità si è trovata a far fronte.

Possiamo citare l’esempio dell’influenza spagnola, altrimenti conosciuta come la spagnola o la grande influenza. Fu una pandemia influenzale, insolitamente mortale, che fra il 1918 e il 1920 uccise decine di milioni di persone nel mondo.

Arrivò a infettare circa 500 milioni di persone in tutto il mondo,  inclusi alcuni abitanti di remote isole dell’Oceano Pacifico e del Mar Glaciale Artico, provocando il decesso di 50 milioni di persone su una popolazione mondiale di circa 2 miliardi. La mortalità totale le valse la definizione di più grave forma di pandemia della storia dell’umanità: ha infatti causato più vittime della terribile peste nera del XIV secolo.

Il mondo supera da sempre, in maniera naturale, e con l’aiuto delle cure, terribili flagelli. Oggi grazie alla scienza, tante patologie sono state mantenute sotto controllo, in alcuni casi debellate, e la natura, responsabile del riequilibrio, ci fa scoprire sempre nuove situazioni.

E’ assolutamente giusto essere preparati ad eventi di questo genere ed è in questi casi indispensabile avere fiducia nella scienza, con coraggio. Anche perchè è impensabile concepire ancora per molto l’esistenza di tutti costretta tra coprifuco, mascherine e distanziamento sociale, con grande limitazione della libertà personale. L’ammonimento della Von der Leyen era sicuramente teso a farci capire che dobbiamo essere preparati da un punto di vista di cure e prevenzione. Qualcuno l’avrà forse invece letto come un anatema, volto a proiettarci in un quadro fatto di costrizioni e limitazioni. Di certo la tenuta psicologica delle varie popolazioni, tra lockdown e regole da rispettare, è molto provata. Per von der Leyen, l’Ue non si può permettere soste, e serve un piano per una risposta rapida europea alle minacce sanitarie, magari senza dover dipendere da vaccini prodotti da altri.

Ettore Lembo

 Fonte: http://www.ansa.it/sito/notizie/topnews/2021/02/28/von-der-leyen-leuropa-si-prepari-allera-delle-pandemie_54fa4c09-6f82-4c3f-8418-3e80b15ec34c.html

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Leave a Reply