Nizza, attentato nella cattedrale di Notre-Dame: uomo con un coltello uccide 3 persone. “Una donna è stata decapitata, è terrorismo”

Posted On By admin
nizza,-attentato-nella-cattedrale-di-notre-dame:-uomo-con-un-coltello-uccide-3-persone.-“una-donna-e-stata-decapitata,-e-terrorismo”

L’assalitore è entrato nell’edificio al grido di “Allah Akbar” e si è avventato sulle vittime. Dopo esser stato neutralizzato con alcuni colpi di arma da fuoco sparati dagli agenti intervenuti sul posto, è stato arrestato e portato in ospedale. In corso una riunione di crisi con il presidente Emmanuel Macron al ministero dell’Interno

| 29 Ottobre 2020

Ha fatto irruzione nella cattedrale di Notre-Dame, a Nizza, al grido di “Allah Akbar” e poi, armato di coltello, ha sgozzato due persone e ne ha decapitata una terza. È un “attentato terroristico” quello che si è consumato intorno alle 9 di questa mattina nella città francese, con il Paese ancora scosso dalla brutale uccisione del professore Samuel Paty in una banlieue di Parigi, per mano di un estremista di origine cecena, e per le continue minacce che arrivano dai gruppi fondamentalisti islamici ai vignettisti di Charlie Hebdo e al presidente francese, Emmanuel Macron, che si è schierato in loro difesa dopo i recenti attacchi seguiti alla nuova pubblicazione delle vignette sul Profeta Maometto.

Secondo quanto riferiscono fonti della polizia citate dal quotidiano francese Le Figaro, le vittime sono due donne e un uomo: il corpo di una delle due è stato trovato all’interno della chiesa, l’altro all’esterno, dove la donna sarebbe stata aggredita mentre cercava di rifugiarsi in un bar situato nelle vicinanze. L’assalitore era armato di coltello e, dopo esser stato colpito da alcuni colpi di arma da fuoco sparati dagli agenti intervenuti sul posto, è stato arrestato e portato in ospedale. Non si esclude che possa avere dei complici, mentre non si conosce ancora il numero esatto dei feriti. Intanto l’inchiesta è stata affidata alla Procura antiterrorismo che al momento indaga per “omicidio” e “tentato omicidio”.

Il ministro dell’Interno francese, Gérard Darmanin, ha annunciato su Twitter che è in corso una riunione di crisi con il presidente Emmanuel Macron al ministero dell’Interno. “Tutto lascia pensare a un attentato terroristico in seno alla basilica di Notre-Dame”, ha detto il sindaco della città, Christian Estrosi. “Il responsabile dei fatti non ha smesso di ripetere davanti a noi ‘Allah Akhbar’, mentre veniva soccorso dai sanitari – ha aggiunto – Nizza, come la Francia, forse più di altri luoghi, paga un tributo troppo pesante essendo vittima ancora una volta dell’islamofascismo“.

Intanto le autorità francesi hanno lanciato un forte appello ad evitare la zona dell’attacco: “Evitate il settore e seguite le indicazioni”, ha scritto il ministro dell’Interno su Twitter. Nell’area è infatti in corso un’operazione degli artificieri: “Non andate nel panico – ha esortato la polizia locale su Twitter – Le detonazioni che sentite sono quelle provocate dagli uomini della polizia nazionale, la situazione è sotto controllo“.

Un minuto di silenzio è stato osservato all’Assemblea Nazionale, dove era in corso la discussione delle misure del nuovo lockdown nazionale annunciato proprio ieri sera da Macron alla luce della crescita esponenziale dei contagi di coronavirus nel Paese. L’Eliseo fa sapere che il presidente arriverà a Nizza in tarda mattinata.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento
abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro,
svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi
di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi,
interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico.
La pubblicità, in un periodo in cui l’economia è ferma, offre dei ricavi limitati.
Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci.
Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana,
fondamentale per il nostro lavoro.


Diventate utenti sostenitori cliccando qui.


Grazie
Peter Gomez

GRAZIE PER AVER GIÀ LETTO XX ARTICOLI QUESTO MESE.

Ora però siamo noi ad aver bisogno di te.
Perché il nostro lavoro ha un costo.
Noi siamo orgogliosi di poter offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti ogni giorno.
Ma la pubblicità, in un periodo in cui l’economia è ferma, offre ricavi limitati.
Non in linea con il boom accessi a ilfattoquotidiano.it.
Per questo ti chiedo di sostenerci, con un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana.
Una piccola somma ma fondamentale per il nostro lavoro. Dacci una mano!


Diventa utente sostenitore!


Con riconoscenza
Peter Gomez


ilFattoquotidiano.it

Articolo Precedente

Coronavirus, Merkel annuncia il lockdown soft per tutta la Germania: “Misure pesanti per prevenire emergenza nazionale”

next


Articolo Successivo

Attentato a Nizza, uccise tre persone nella cattedrale. I primi video dal luogo dell’attacco: le grida, l’irruzione della polizia e i soccorsi ai feriti

next


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *