Acqua

Quanto di più da conoscere per migliorare la vita

la-figlia-ha-solo-18-mesi-di-differenza-con-la-mamma.-ecco-com’e-possibile
Una coppia del Tennessee ha avuto un figlio da un embrione vecchio di quasi 30 anni
La figlia ha solo 18 mesi di differenza con la mamma. Ecco com’è possibile

La scienza si sa ha fatto passi da gigante e ormai sembra che quasi nulla sia impossibile, e per fortuna spesso viene in nostro aiuto quando abbiamo bisogno.

Ad esempio nei casi in cui una coppia desidera un figlio ma non riesce ad averlo in maniera naturale e quindi ricorre a qualche aiuto esterno.

La storia di Tina e Ben

È il caso di Tina Gibson, una insegnante elementare e del marito Ben,un esperto di cyber sicurezza, una coppia del Tennessee. Sposati da 10 anni hanno cercato di aver un figlio per 5 anni prima di rivolgersi al National Embryo Donation Center (NEDC) una associazione no profit di Knoxville.

La NEDC conserva gli embrioni congelati che le coppie che seguono un percorso di procreazione assistita decidono di non utilizzare e di donare ad altre coppie che ne hanno bisogno.

In pratica ventisette anni fa una coppia decise di far congelare un embrione che è stato trasferito a febbraio di quest’anno nell’utero di Tina. È nata così Molly Everett Gibson, che ha già ventotto anni di vita!

Anche se è nata lo scorso ottobre tecnicamente è ‘più giovane’ di sua madre di appena 18 mesi.

Ma la cosa straordinaria è che, sempre la stessa coppia adottiva, aveva fatto nascere nel 2017 un altro embrione ugualmente risalente al 1992, che era poi quello della sorella gemella di Molly, Emma.

Gemelle separate


Infatti  sia l’embrione di Emma che quello di Molly sono stati congelati nello stesso momento secondo il desiderio dei loro genitori, per essere poi destinate ad essere separate soltanto dalla loro data di nascita.

In pratica sono le prime gemelle al mondo ad essere nate in anni differenti.

Tina ha commentato

Se qualcuno mi avesse detto cinque anni fa che avrei avuto non uno ma due figli gli avrei dato del pazzo

L’adozione di embrioni esterni alla coppia in Italia al momento è impossibile, anche se qui da noi sono ugualmente presenti embrioni conservati da anni.

Arianna Pacchiarotti, Responsabile Pma dell’ospedale San Filippo Neri di Roma e docente dell’università Sapienza di Roma, afferma

Le cause per cui rimangono orfani sono tante. La principale è che le coppie riescono ad avere una gravidanza, e quindi decidono di non farsi impiantare gli altri embrioni ottenuti dalle tecniche di fecondazione assistita, magari perché già in là con l’età. In Italia sono probabilmente migliaia ma la legge non permette di adottarli, andrebbero quantomeno portati tutti in un unico centro per tutelarli di più, perché ora sono ‘dispersi’ in tutti i centri per la Pma del paese, e può succedere che un centro chiuda, o venga venduto.

E sul fatto che un embrione dopo 30 anni sia ancora capace di dare luogo ad una gravidanza dichiara

Gli embrioni che vengono selezionati per essere crioconservati sono quelli vitali, che non hanno nessun problema, se sono conservati correttamente è possibile che ‘resistano’ anche di più

Lascia un commento