Acqua

Quanto di più da conoscere per migliorare la vita

la-conversione,-il-documentario-di-giovanni-meola-premiato-al-roma-indipendent-film-festival.-“le-storie-di-un-ex-manager-e-un-ex-detenuto”

| 11 Dicembre 2020

È la storia di un ex manager bancario e di un ex galeotto, un racconto che intreccia inchiesta, biopic e formula teatrale. Si tratta di La Conversione, opera scritta e diretta da Giovanni Meola, premiata come Miglior Documentario Italiano alla 19esima edizione del Rome indipendent film festival (Riff). I protagonisti sono Vincenzo Imperatore, che da manager è diventato un consulente contro gli abusi delle banche, e Peppe De Vincentis, con alle spalle 30 anni di galera, ora attore e drammaturgo. I due protagonisti si raccontano a partire dalla scrittura, mondo che ha permesso loro di riconvertire vite arrivate a un bivio insostenibile.

“Sottrarre e ingannare sono state, a lungo, le attività principali delle vite di Peppe e Vincenzo”, ha spiegato il regista Giovanni Meola. “Entrambi, a un certo punto, hanno detto basta. Ed entrambi hanno cominciato a scrivere e a svelare quello che erano stati, quello che avevano fatto e i segreti dei mondi dai quali provengono”. Una cena tra loro due, curiosi di conoscersi, è la trama di base del racconto. “La mia intuizione iniziale è stata provare a raccontare le loro storie in parallelo. Due facce di una Napoli matrigna e da sempre piena di insidie”

Il Fatto di Domani – Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento
abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro,
svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi
di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi,
interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico.
La pubblicità, in un periodo in cui l’economia è ferma, offre dei ricavi limitati.
Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci.
Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana,
fondamentale per il nostro lavoro.


Diventate utenti sostenitori cliccando qui.


Grazie
Peter Gomez

GRAZIE PER AVER GIÀ LETTO XX ARTICOLI QUESTO MESE.

Ora però siamo noi ad aver bisogno di te.
Perché il nostro lavoro ha un costo.
Noi siamo orgogliosi di poter offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti ogni giorno.
Ma la pubblicità, in un periodo in cui l’economia è ferma, offre ricavi limitati.
Non in linea con il boom accessi a ilfattoquotidiano.it.
Per questo ti chiedo di sostenerci, con un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana.
Una piccola somma ma fondamentale per il nostro lavoro. Dacci una mano!


Diventa utente sostenitore!


Con riconoscenza
Peter Gomez


ilFattoquotidiano.it

Articolo Precedente

La disabilità incontra il teatro e i racconti di Gianni Rodari diventano uno spettacolo: la pièce di un’ospite della Lega del Filo d’Oro sul palco a Osimo

next


Lascia un commento