Open

Italia-Spagna, subito Azzurri in avanti: palo di Barella, ma è in fuorigioco – La diretta

, Author

14′ – Pressione Spagna. Barella perde palla e permette l’avanzata spagnola: prova Torres, ma è largo


12′ – Risveglio iberico. La Spagna si accorcia come richiesto da Luis Enrique e cerca i tocchi corti per arrivare davanti l’area azzurra. Come nel caso di Oyarzabal, in posizione regolare chiuso da Emerson


3′ – Palo Italia (in fuorigioco)! Azzurri subito in partita con Emerson che dalla sinistra costruisce e porta Barella alla conclusione a giro: palo

1′ – Ci siamo, fischio dell’arbitro Felix Brych: inizia Italia-Spagna!

July 6, 2021

La formazione azzurra

Mancini ha scelto di schierare Giorgio Chiellini, che quindi ha recuperato le forze dopo il match impegnativo contro il Belgio. Sarà, invece, Emerson Palmieri a sostituire Leonardo Spinazzola. Confermato in attacco anche Ciro Immobile, in cerca di gol pesanti contro gli spagnoli. L’attaccante della Lazio sarà affiancato da Federico Chiesa, anche lui alla seconda da titolare dopo il match contro i Diavoli Rossi. Per le Furie Rosse sorpresa davanti: Luis Enrique tiene Alvaro Morata in panchina.

July 6, 2021

I protagonisti e le sfide incrociate

Italia-Spagna intreccia il passato delle due squadre e il passato di molti protagonisti di questa sera. Tra questi, solo per citarne alcuni: ai Mondiali dell’88 fu proprio Gianluca Vialli, attuale assistente di Mancini, ha siglare l’unico gol vittoria; a Usa 1994, invece, le botte tra Tassotti e Luis Enrique, allenatore di questa Spagna, a segnare le cronache. L’ultimo confronto con gli spagnoli è stato doloroso per l’Italia e la condannò allo spareggio perso contro la Svezia per accedere al Mondiale di Russia: era il 2 settembre del 2017 e la doppietta di Isco e il gol di Alvaro Morata affossarono gli Azzurri.

Ma il fascino di questa sfida è contraddistinta da momenti di grandi calcio. Come quello del 2016, proprio all’Europeo di quell’anno in Polonia e Ucraina, con l’Italia di Antonio Conte sconfisse 2 a 0 la Spagna grazie alle reti di Chiellini e Pellè. Otto anni prima, Prandelli arrivò addirittura in finale nell’edizione del torneo in Austria e Svizzera: l’epilogo di quel cammino continentale fu fermato da un secco 4 a 0 a favore degli iberici. Che vincevano il titolo che gli apriva la strada del successo internazionale per i successivi anni. Chissà se quel definitivo cambio di passo del calcio spagnolo potrà essere accostato a quello fatto di recente dall’Italia.

I precedenti tra Italia e Spagna

La sfida tra gli Azzurri e le Furie Rosse rappresenta ormai un classico. La sfida tra le due selezioni ha contraddistinto alcune delle fasi più importanti degli ultimi anni. Tuttavia, il legame e la rivalità nel pallone tra italiani e spagnoli è molto di più di un vezzo campanilista tra due popoli latini e mediterranei: è la battaglia tra due filosofie di calcio, vicine nella passione, lontano per sostanza. L’Italia di Mancini si presenta diversa al netto delle conoscenze calcistiche globali applicate dal Commissario tecnico. A Wembley la Nazionale italiana arriva con una storia fatta da 11 vittorie nei precedenti contro la Spagna. Gli iberici hanno dalla loro altrettante vittorie contro gli italiani. Il 38esimo incontro tra le due nazionali è quindi l’occasione per superarsi anche nelle statistiche. Anche perché non potrà essere allungata la striscia di 15 pareggi: il posto per la finale di Euro 2020 si conquista solo vincendo.

Leggi anche:

Leave a Reply