Notizia

Indonesia, il bilancio delle vittime delle inondazioni supera le 150 unità

, Author

Indonesia, il bilancio delle vittime delle inondazioni supera le 150 unità

JAKARTA – I soccorritori cercano dozzine di persone ancora disperse dopo che inondazioni e frane hanno spazzato via i villaggi in Indonesia e Timor-Leste, uccidendo più di 150 persone e lasciando migliaia di senzatetto.

Le piogge torrenziali del ciclone tropicale Seroja hanno trasformato piccole comunità in terre desolate di fango facendo fuggire circa 10.000 persone in rifugi nelle vicine nazioni del sud-est asiatico.

L’agenzia indonesiana per la gestione dei disastri ha dichiarato di aver registrato 130 morti in un gruppo di isole remote vicino a Timor-Leste, dove nel frattempo sono stati rilevati altri 27 decessi.

Le squadre di ricerca e soccorso in Indonesia sono alla ricerca di più di 70 persone ancora disperse e hanno usato scavatori per ripulire montagne di detriti.

La tempesta ha spazzato via le abitazioni in alcuni villaggi lungo il fianco di una montagna e fino alla riva dell’oceano sull’isola di Lembata.

Le autorità hanno dichiarato che stanno cercando di offrire un riparo agli sfollati e di prevenire qualsiasi diffusione di COVID-19.

“Questi sfollati sono fuggiti con i soli vestiti bagnati e nient’altro”, ha detto il vicesindaco della zona, Thomas Ola Longaday. “Hanno bisogno di coperte, cuscini, materassi e tende.”

“Non abbiamo abbastanza anestesisti e chirurghi, ma ci è stato promesso che arriverà l’aiuto”, ha detto Longaday. “Molti sopravvissuti hanno ossa rotte perché sono stati colpiti da rocce, tronchi e detriti”.

Nelle vicinanze, nel comune di East Flores, torrenti di fango hanno investito case, ponti e strade.

Le immagini dell’agenzia di ricerca e salvataggio dell’Indonesia hanno mostrato i lavoratori che dissotterrano cadaveri coperti di fango prima di metterli in sacchi per cadaveri.

Ospedali, ponti e migliaia di case sono stati danneggiati o distrutti dalla tempesta, che ora si sta spostando verso la costa occidentale dell’Australia.

“Potremmo ancora vedere condizioni meteorologiche estreme per i prossimi giorni”, ha detto Raditya Jati, portavoce dell’agenzia nazionale per i disastri.

Le autorità stanno ancora lavorando per evacuare le comunità e fornire rifugio a coloro che sono stati colpiti dalla tempesta.

Smottamenti fatali e inondazioni improvvise sono comuni in tutto l’arcipelago indonesiano durante la stagione delle piogge.

A gennaio si sono verificate inondazioni improvvise nella città indonesiana di Sumedang nel West Java, uccidendo 40 persone. E lo scorso settembre, almeno 11 persone sono state uccise in frane nel Borneo.

L’agenzia per la gestione dei disastri ha stimato che 125 milioni di indonesiani – quasi la metà della popolazione del paese – vivono in aree a rischio di frane. I disastri sono spesso causati dalla deforestazione, secondo gli ambientalisti.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Leave a Reply