Acqua

Quanto di più da conoscere per migliorare la vita

incidente-per-valerio-staffelli-durante-la-consegna-del-tapiro.-le-sue-condizioni

Spettacolo
Il tentativo di Staffelli di consegnare il Tapiro d’Oro che lo ha portato direttamente all’ospedale
Incidente per Valerio Staffelli durante la consegna del Tapiro. Le sue condizioni

Uno dei momenti più divertenti , e pericolosi che caratterizzano il Tg satirico di Canale 5 Striscia la Notizia è la consegna del Tapiro d’oro da parte dell’inviato Valerio Staffelli.

Valerio è stato infatti più volte aggredito dai destinatari del premio che non sempre hanno una reazione entusiasta, anzi. Lo abbiamo visto preso a botte, colpito dal Tapiro stesso, inseguito e riempito di improperi.

E anche l’ultima consegna, o meglio il tentativo di consegna, al ballerino Roberto Bolle, non è stata delle più facili poichè lo ha mandato direttamente all’ospedale.

Il balletto nuovo ma vecchio

Il motivo “dell’attapiramento” era, secondo Striscia la Notizia, legato alla polemica che vuole l’esibizione del ballerino andata in onda su Rai Uno il 7 dicembre in occasione dell’inaugurazione della stagione del Teatro alla Scala, un rimontaggio di un balletto precedente tenuto a New York.


Le telecamere hanno ripreso tutto l’accaduto, dal tentativo di consegna al ricovero in codice giallo e il servizio non è ancora stato mandato in onda da Striscia.

L’inseguimento

Pare che Bolle, rifiutando l’intervista, sia scappato e inseguito poi fino al portone di casa dove Staffelli è stato praticamente quasi investito dal taxi dove si trovava il ballerino, finito con le ruote sul marciapiedi e sul piede del povero inviato.

Staffelli, come si legge su Fanpage, non è stato soccorso né dalla star della danza né tantomeno dall’autista del taxi, e ha commentato

Ero davanti a casa di Bolle avendo anticipato l’arrivo del ballerino che era a bordo del taxi. Inizialmente sono stato bloccato dal portinaio. Poi il taxi, con l’intento di avvicinarsi il più possibile all’ingresso, è salito sul marciapiede e, ahimè, anche sopra la mia gamba. Un Tapiro si può anche non accettare, ma in questo caso c’entra poco: quando vai addosso a qualcuno con la macchina dovresti accertarti delle sue condizioni di salute ed eventualmente chiamare i soccorsi. Invece, non solo ho dovuto chiamarli per conto mio, ma né il tassista né Bolle stesso mi hanno almeno chiesto scusa!


ViaggiareAlVerde.it usa cookies propri e di terze parti per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il traffico.





Lascia un commento