Impossible Foods: ecco il latte vegetale che ha lo stesso sapore del latte animale e che non inquina

Posted On By admin
impossible-foods:-ecco-il-latte-vegetale-che-ha-lo-stesso-sapore-del-latte-animale-e-che-non-inquina
di
 – 
21/10/2020 16:470

Impossible Foods: ecco il latte vegetale che ha lo stesso sapore del latte animale e che non inquina

Dopo la carne, Impossible Foods sta sviluppando anche il latte vegetale che non inquina (o meglio, che inquina meno), riducendo l’utilizzo di allevamenti intensivi. Il principio è sempre lo stesso: creare un prodotto che è uguale al latte ma che non è latte.

Impossible Foods, l’azienda californiana impegnata nella produzione di alimenti che assomigliano alla carne (sia nel sapore che nell’aspetto) ma che non sono carne, ha annunciato l’arrivo di un nuovo prodotto: Impossible Milk.

Così come per la carne, anche in questo caso, l’obiettivo di Impossible Foods è quello di ridurre l’impatto ambientale. La produzione di latte, infatti, è chiaramente responsabile della creazione di allevamenti intensivi che, secondo l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura, rappresentano il 14,5% delle emissioni di gas serra sul nostro pianeta.

“Le alternative a base vegetale che sono al momento disponibili sul mercato sono inadeguate”, ha detto Patrick Brown, CEO di Impossible. “La realtà è che se non lo fossero, non ci sarebbe un mercato lattiero-caseario”.

Alcuni dei “prototipi” di latte sviluppati da Impossible

Impossible Milk è ancora in fase di sviluppo ma l’azienda ha già anticipato che il nuovo prodotto sarà uguale al latte vero e proprio, pur non essendo latte. Il nuovo prodotto, quindi, sarà molto diverso dagli attuali sostituti del latte già disponibili sul mercato come il latte di soia, quello di mandorle, quello al cocco e via dicendo.

Il latte sembra essere solo il primo passo di Impossible verso un’intera industria di prodotti di derivazione casearia, come il formaggio e il burro. Insieme ad Impossible Milk, infatti, l’azienda californiana ha annunciato di aver raddoppiato il suo team di ricercatori, assumendo 100 nuovi scienziati da tutto il mondo che “avranno accesso a strutture, risorse e un ambiente innovativo per creare una piattaforma tecnologica completamente nuova per trasformare le piante in carne, pesce e latticini”.

L’ultimo prodotto rilasciato dall’azienda è stato Impossible Pork, presentato al CES 2020 e commercializzato nei mesi successivi.

Abbiamo cenato mangiando Impossible Pork. Sembra salsiccia, ma sono piante, ed è buonissima

Vai all’approfondimento

© riproduzione riservata

Resta aggiornato sugli ultimi articoli di DDay.it

Scienza e futuro

Commenti

 segui per ricevere le notifiche dei nuovi commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *