“Ilicic? Ha preso il Covid ed è caduto in depressione. Ora sta bene”: Papu Gomez svela il mistero sulla “scomparsa” dell’attaccante

Posted On By admin
“ilicic?-ha-preso-il-covid-ed-e-caduto-in-depressione.-ora-sta-bene”:-papu-gomez-svela-il-mistero-sulla-“scomparsa”-dell’attaccante

A luglio era sparito dai riflettori e per spiegare la sua assenza si era parlato di problemi psicologici. Ora su quanto accaduto all’attaccante dell’Atalanta Josip Ilicic sono da registrare le parole del suo compagno di squadra Alejandro Gomez. “Ha avuto il coronavirus e ha sofferto molto, è caduto in depressione. La testa arriva poi a un momento in cui esplode. Ma ora sta bene, è molto importante per noi”, ha rivelato il Papu in un’intervista rilasciata all’emittente argentina Tyc Sport. Adesso Ilicic, che nel frattempo era tornato nella sua patria in Slovenia, sta meglio. Nelle scorse settimane ha pubblicato una foto su Instagram mentre tiene per mano le sue figlie, passeggiando per la città. E adesso si allena con la squadra, dopo essere già tornato il 17 ottobre in campo al San Paolo contro il Napoli, per poi regalare il 21 ottobre un assist a Miranchuk per il definitivo 4-0 nel match contro il Midtjylland di Champions. Il 24 ottobre, poi, il ritorno davanti ai propri tifosi, a Bergamo, nella gara persa contro la Sampdoria. Prima del suo ritorno, l’ultima apparizione del giocatore risaliva all’11 luglio durante il match, giocato a Torino, contro la Juventus. Qualche giorno prima, l’8 luglio, Ilicic era sceso in campo per la sua ultima gara contro la Sampdoria a Bergamo.

Memoriale Coronavirus

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento
abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro,
svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi
di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi,
interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico.
La pubblicità, in un periodo in cui l’economia è ferma, offre dei ricavi limitati.
Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci.
Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana,
fondamentale per il nostro lavoro.


Diventate utenti sostenitori cliccando qui.


Grazie
Peter Gomez

GRAZIE PER AVER GIÀ LETTO XX ARTICOLI QUESTO MESE.

Ora però siamo noi ad aver bisogno di te.
Perché il nostro lavoro ha un costo.
Noi siamo orgogliosi di poter offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti ogni giorno.
Ma la pubblicità, in un periodo in cui l’economia è ferma, offre ricavi limitati.
Non in linea con il boom accessi a ilfattoquotidiano.it.
Per questo ti chiedo di sostenerci, con un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana.
Una piccola somma ma fondamentale per il nostro lavoro. Dacci una mano!


Diventa utente sostenitore!


Con riconoscenza
Peter Gomez


ilFattoquotidiano.it

Articolo Precedente

Juventus, Paratici multato: “Atteggiamento minaccioso verso l’arbitro all’intervallo”. Era già stato sanzionato dopo Crotone

next


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *