Francia verso il lockdown: stasera l’annuncio presidente Macron

francia-verso-il-lockdown:-stasera-l’annuncio-presidente-macron

Non è bastato il coprifuoco

Redazione — 28 Ottobre 2020

Champs-Elysees avenue is almost empty during curfew in Paris, Saturday, Oct. 17, 2020. French restaurants, cinemas and theaters are trying to figure out how to survive a new curfew aimed at stemming the flow of record new coronavirus infections. The monthlong curfew came into effect Friday at midnight, and France is deploying 12,000 extra police to enforce it. (AP Photo/Lewis Joly)
Champs-Elysees avenue is almost empty during curfew in Paris, Saturday, Oct. 17, 2020. French restaurants, cinemas and theaters are trying to figure out how to survive a new curfew aimed at stemming the flow of record new coronavirus infections. The monthlong curfew came into effect Friday at midnight, and France is deploying 12,000 extra police to enforce it. (AP Photo/Lewis Joly)

La Francia verso un nuovo lockdown. Stasera parlerà il presidente della Repubblica Emmanuel Macron e la direzione sembra sia proprio quella della chiusura, secondo quanto rivelato da BFM-TV. Che comunque sarà una chiusura più flessibile rispetto a quella della primavera scorsa. Il lockdown dovrebbe partire dalla mezzanotte di giovedì.

A provocare la misura il salto in alto dei contagi delle ultime settimane. Ieri 523 i nuovi decessi registrati: il dato più alto dallo scorso aprile, anche se comprende 253 morti nelle case di riposo negli ultimi quattro giorni. I nuovi casi di contagio sono stati 33.417, con un incremento del 60% rispetto a una settimana prima. L’obiettivo “è di evitare che i francesi partano per il prossimo weekend prima del nuovo confinamento. Sarà accordata una tolleranza per il rientro dalle vacanze”, scrive BFM-TV. Secondo le rilevazioni, le scuole materne ed elementari resteranno aperte a differenza delle superiori e delle università.

La decisione dovrà essere confermata dalla riunione del Consiglio di difesa e poi da quella del Consiglio dei ministri di oggi. Non è bastata la misura del coprifuoco adottata nelle settimane scorse e con diversi livelli di allerta a seconda dei dati. Secondo la Johns Hopkins University in Francia ci sono stati in totale oltre un milione 244mila positivi e 35mila 500 morti dall’inizio dell’emergenza.

EUROPA – L’allarme in Europa riguarda soprattutto i decessi: per l’Organizzazione Mondiale della Sanità le vittime del coronavirus sono aumentate del 40% rispetto alla settimana scorsa. Balzo di decessi nelle ultime 24 ore nel Regno Unito, 367, a fronte di quasi 23mila nuovi positivi. Nuovo record di contagi, 1.870 positivi, in Svezia. L’85% dei medici intanto ha aderito, secondo il principale sindacato, allo sciopero dei medici in Spagna: si manifesta contro l’incapacità del governo di rafforzare il sistema sanitario. La protesta si svolgerà l’ultimo martedì di ogni mese. Record di morti anche in Russia: 320, su 16.550 nuovi casi. Mosca ha chiuso bar e ristoranti dalle 23:00 alle 6:00. Obbligatoria la mascherina nei luoghi in cui si concentrano più persone, negli ascensori, nei parcheggi, sui mezzi di trasporto pubblici e in taxi. Il 30% dei tamponi è risultato positivo intanto in Bulgaria: 2.243 nuovi casi. È record. La capitale Sofia è l’area più colpita. La Germania teme di dover registrare oltre 20mila casi al giorno nel fine settimana.

© Riproduzione riservata

Contenuti sponsorizzati