Due OSS licenziati: somministravano Talofen gocce ai pazienti di notte “per stare tranquilli”.

Posted On By admin
due-oss-licenziati:-somministravano-talofen-gocce-ai-pazienti-di-notte-“per-stare-tranquilli”.

oss talofen

Licenziati in tronco dopo una serie di segnalazioni per abuso di professione e per contenzione farmacologica non necessaria (Talofen). Due OSS nei guai nel Parmense.

Sono stati licenziati in tronco due Operatori Socio Sanitari (OSS) beccati durante il turno di notte a sedare i loro Pazienti con gocce di Talofen (Promazina Cloridrato). Lo facevano su ospiti collaboranti e che più volte avevano mostrato episodi di agitazione e di disorientamento notturno. Per stare “tranquilli” i due, un uomo (campano) ed una donna (emiliano-romagnola) somministravano il farmaco all’inizio del turno. Facevano abuso di professione.

Dopo una serie di segnalazioni da parte di altri colleghi e di un Infermiere: beccati in flagranza e non hanno saputo fornire spiegazioni.

L’uso di farmaci (di cui il talofen) per i pazienti notturni più agitati, disorientati o affetti da allucinazioni non risulta essere raro, ma va disciplinato. A somministrarli devono essere il Medico (che li prescrive) e l’Infermiere (che può decidere anche di non somministrarli in base alle condizioni cliniche dell’Ospite).

Il fatto che vi raccontiamo è avvenuto in una casa di riposo in provincia di Parma. La notizia è trapelata da fondi sindacali. L’azienda ha preferito licenziarli per non denunciarli ed ha messo a tacere il tutto.

La questione è però finita sui tavoli della direzione, che ha disposto l’immediata sospensione e poi l’allontanamento dei due OSS dalla struttura. Dopo apposita difesa scritta, così come prevede la Legge, ai due è giunto il licenziamento.

Il mondo delle case di riposo è spesso lontano dall’agire quotidiano di altre strutture di cura. Al loro interno avvengono cose che non accadrebbero altrove.

E gli Ordini professionali, sia quelli Infermieri, sia quelli Medici, sia quelli delle altre Professioni Sanitarie sono spesso impotenti perché si ritrovano spesso davanti ad un muro di gomma difficilmente superabile.

Vi terremo aggiornati su ulteriori sviluppi della vicenda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *