Open

Di Maio: «Italia prima nell’Ue per afgani evacuati». I numeri Paese per Paese

, Author

È atterrato questa mattina a Fiumicino l’ultimo volo italiano partito ieri dall’ Afghanistan. «Voglio ringraziare i Carabinieri del Tuscania perché senza di loro non avremmo potuto garantire la presenza del nostro console Claudi e dell’ambasciatore Pontecorvo», ha detto il ministro degli Esteri, Luigi di Maio all’aeroporto. Nelle ultime due settimane, a partire dal 15 agosto, da quando i talebani hanno riconquistato Kabul, il governo italiano ha evacuato 4.832 afgani. Di questi, 4.575 sono stati accolti in Italia. «Siamo il primo Paese dell’Ue per cittadini afgani evacuati», ha detto il capo della Farnesina.


Germania

La Germania, che ha chiuso le operazioni di evacuazione giovedì, è riuscita a portare in salvo 4.100 in salvo. In totale, le persone evacuate sono state 5.347. Inizialmente, Berlino aveva identificato almeno 10mila persone che dovevano essere portate fuori dall’Afghanistan.


Francia

Parigi, che ha già chiuso le sue operazioni di evacuazione, è riuscita a organizzare ponti aerei per 2.500 afgani e 100 cittadini francesi.

Paesi Bassi

Il governo olandese ha comunicato giovedì di aver fatto evacuare 2.500 cittadini afgani. Di questi, 1.600 sono stati portati nei Paesi Bassi.

Gran Bretagna

Il Regno Unito ha evacuato 13.700 persone, tra cittadini britannici e afgani. Secondo il ministro degli Esteri, Dominic Raab, per la Gran Bretagna è la seconda più grande operazione di evacuazione aerea dopo quella del Berlin Airlift del 1949.

Stati Uniti

Il presidente americano Joe Biden ha assicurato che le operazioni di evacuazioni continueranno fino al 31 agosto. Washington ha evacuato circa 90mila persone, tra cui 5.100 cittadini statunitensi. Altri 1.500 americani sono ancora da evacuare.

Leggi anche:

Leave a Reply