Notizia

Coppia italiana parte per raggiungere la figlia a Monaco di Baviera. Il dramma al confine col Tirolo

, Author

Coppia italiana parte per raggiungere la figlia a Monaco di Baviera. Il dramma al confine col Tirolo

Una coppia italiana era stata vaccinata dal Coronavirus. Tuttavia, il viaggio a Monaco, per andare a trovare la figlia, si è concluso al confine con il Tirolo.

MONACO – La giovane non vedeva i suoi genitori da sei mesi. Sei lunghi mesi di attesa, speranza e preoccupazione. 

Poi, la scorsa settimana, sarebbe dovuto finalmente arrivare il momento del ricongiungimento. La madre della ragazza (60 anni) e il padre (65) – avevano già ricevuto l’inoculazione della seconda dose del vaccino in Italia. Ma i problemi sono iniziati in Tirolo.

La giovane (32 anni) vive a Monaco da diversi anni, è sposata con una figlia. Prima della pandemia, la famigliola si recava regolarmente in visita ai genitori di lei in Emilia Romagna, o erano loro a raggiungere la Baviera. Poi è arrivato il virus.

Nell’autunno del 2020, la 32enne era stata in Italia per l’ultima volta con suo marito e suo figlio, poi la seconda ondata ha attraversato l’Europa. Le visite erano fuori discussione. All’inizio della primavera molto è cambiato per la famiglia italo-tedesca in termini di pandemia: i genitori hanno entrambi ricevuto due dosi del vaccino Biontech, entrambi lavorano nel servizio sanitario. 

La coppia italiana è partita da casa a metà della scorsa settimana. In teoria esisterebbe la possibilità di visitare li propri familiari in Germania per 72 ore.

Il viaggio è terminato bruscamente a Kufstein. Al confine tirolese con la Baviera, una poliziotta tedesca ha spiegato alla coppia italiana che non poteva continuare.

Il Tirolo è una zona di mutazione , l’ingresso in Germania da lì è consentito solo in casi eccezionali, ad esempio per recarsi al lavoro. Il transito senza sosta ovviamente non è uno di questi casi eccezionali.

Uno choc per la giovane ed i propri genitori. “Nessuno ci ha detto di non guidare attraverso il Tirolo”. 

I genitori sono tornati a casa da Monaco dopo 72 ore, come prescritto. Il viaggio di ritorno è stato semplicemente stressante. Dovevano essere in Alto Adige entro le 21, da quel momento c’era il coprifuoco.

Quando la giovane potrà rivedere i suoi genitori? “Non ne ho idea”, dice tristemente. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Leave a Reply