Condilomi: cosa sono, cause, come si curano.

Posted On By admin
condilomi:-cosa-sono,-cause,-come-si-curano.

condilomi

Condilomi: cosa sono? Come si manifestano? Quali possono essere le cause? Quale trattamento può farci guarire?

I condilomi sono delle piccole escrescenze benigne che compaiono prevalentemente a livello degli organi genitali esterni, intorno all’ano, nella bocca e nella gola (oro-faringe).

Sono causati da alcuni tipi di virus del papilloma umano (HPV del tipo 6, 11 o altri).

Come riporta il sito dell’Istituto Superiore di Sanità (isssalute.it), costituiscono la malattia a trasmissione sessuale maggiormente riscontrata sul territorio italiano, soprattutto nelle persone di sesso maschile di età compresa tra i 15 e i 40 anni.

Come si trasmettono?

I condilomi sono estremamente contagiosi e la trasmissione avviene generalmente per via sessuale nel corso dei rapporti penetrativi, oro-genitali, oro-anali o in seguito al semplice contatto tra le mucose o la pelle dell’area ano-genitale.

Generalmente non provocano disturbi ma tendono ad aumentare di numero e ad estendersi nelle aree circostanti, e per questo motivo vanno eliminati rapidamente.

Conseguenze per la salute.

I condilomi, di solito, non determinano serie conseguenze per la salute, ma tendono a ritornare nel tempo e, in casi meno comuni, sono causati da tipi di HPV potenzialmente in grado di provocare tumori maligni.

Per queste ragioni è importante che siano adeguatamente prevenuti mediante la vaccinazione anti-HPV e la protezione dei rapporti sessuali.

Diagnosi.

L’accertamento (diagnosi) dei condilomi avviene, in genere, mediante la loro osservazione diretta durante una visita medica specialistica. Non sono richieste indagini di laboratorio strumentali, a meno che siano presenti in aree non facilmente osservabili dall’esterno come, ad esempio, nel canale cervico-vaginale, nella faringe o nella laringe.

In questi casi è necessario l’utilizzo, rispettivamente, della colposcopia o della laringoscopia.

Nei casi in cui le lesioni non abbiano la forma caratteristica e facciano sospettare la presenza di un tumore, potrebbe essere necessario effettuare una biopsia, o il raschiamento, per accertare, mediante tecniche cosiddette di amplificazione genetica, la presenza del virus, caratterizzarne la tipologia ed escludere alterazioni tumorali del tessuto.

condiloma
condiloma della mucosa orale

Trattamento.

Il tipo di cura dei condilomi dipende dal loro numero ed dalla loro localizzazione.

Le forme esterne possono essere rimosse mediante:

  • crioterapia (bruciatura con azoto liquido freddo);
  • laser-terapia;
  • diatermocoagulazione (bruciatura con calore);
  • asportazione chirurgica;
  • mediante l’applicazione locale di farmaci con funzione immunomodulante (imiquimod, interferone) o citotossica (podofillina).

I condilomi in aree non esterne (vagina, oro-faringe) possono richiedere la rimozione mediante chirurgia locale sotto guida strumentale (colposcopio, laringoscopio).

Per essere risolutiva la cura deve eliminare completamente il virus allo scopo di evitare che i condilomi ricompaiano nei mesi successivi. In ogni caso, anche se le lesioni sono completamente rimosse, il virus può rimanere annidato nel tessuto senza causare disturbi e portare nel tempo (mesi, anni) alla ricomparsa dei condilomi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *