Chi era veramente Diego Armando Maradona?

chi-era-veramente-diego-armando-maradona?

Il ricordo del Pibe de Oro

Andrea Esposito — 27 Novembre 2020

Chi era veramente Diego Armando Maradona?

Eroe o demonio? Inquadrare nell’una o nell’altra categoria Diego Armando Maradona, il fuoriclasse che portò la squadra di calcio del Napoli a vincere due scudetti e una coppa Uefa tra il 1987 e il 1990, è impresa difficile. Così come risulta difficile catalogare Napoli, sempre sospesa tra l’abisso e l’infinito. Forse fu proprio questa doppia natura a stabilire la profonda simbiosi tra la città e il calciatore scomparso due giorni fa. Certo è che Maradona ha rappresentato, per la comunità partenopea, ben più del classico sportivo capace di conquistare i cuori della gente grazie a un talento fuori dal comune. Come atleta, il Pibe de oro ha saputo senz’altro unire: le sue straordinarie doti tecniche e caratteriali spiegano perché, oggi, a piangerne le morte sono non solo i tifosi del Boca Juniors e del Napoli, squadre alle quali Diego ha legato i momenti più esaltanti della sua carriera, ma tutti gli amanti dello sport.

Con il carisma e l’attenzione alle dinamiche sociali che lo caratterizzavano, però, Maradona è stato anche un personaggio politico. E, come tale, ha anche diviso. Così, a distanza di quasi trent’anni dal suo addio a Napoli, alcuni lo considerano ancora come il paladino della povera gente, pronto a lottare per i diritti e la giustizia sociale. Altri, invece, lo considerano l’incarnazione di un antico “vizio” dei napoletani: quello di affidare le proprie sorti al classico “uomo della provvidenza”, senza valutare se questo sia in grado di reggere il peso di una tale responsabilità. Il Riformista ha chiesto un parere ad Angelo Pisani e a Raffaele Marino, le cui strade si sono spesso incrociate con quella di Diego.

© Riproduzione riservata

Contenuti sponsorizzati