Notizia

AstraZeneca: l’Ema indaga su possibile collegamento con sindrome di Guillain-Barré

, Author

AstraZeneca: l’Ema indaga su possibile collegamento con sindrome di Guillain-Barré

AstraZeneca è attualmente oggetto di indagine da parte dell’Agenzia Europea del Farmaco (EMA) per possibili eventuali collegamenti con la sindrome di Guillain-Barré, altro effetto collaterale collegato al vaccino.

La sindrome di Guillain-Barré è una malattia neurologica “rara” in cui il sistema immunitario attacca la rete di nervi situati al di fuori del cervello e del midollo spinale. Le sensazioni inspiegabili sono i primi segnali di allarme. Formicolio alle mani e ai piedi sono esempi di “sensazioni inspiegabili” che possono essere accompagnate da dolore alle gambe o alla schiena, ha spiegato l’Istituto Nazionale di Disturbi Neurologici e Ictus (NIH). Di solito segue una debolezza avvertita su entrambi i lati del corpo, il che può rendere particolarmente difficile salire le scale.

“La maggior parte delle persone raggiunge il massimo stadio di debolezza entro le prime due settimane dopo la comparsa dei sintomi”, ha avvertito il NIH.

Altri sintomi della sindrome di Guillain-Barré includono:

  • Difficoltà con i muscoli oculari e la vista
  • Difficoltà a deglutire, parlare o masticare
  • Sensazioni di pizzicore o spilli e aghi nelle mani e nei piedi
  • Dolore che può essere grave, soprattutto di notte
  • Problemi di coordinamento e instabilità
  • Battito cardiaco / frequenza anormale o pressione sanguigna
  • Problemi con la digestione e / o il controllo della vescica.

Questi sintomi possono aumentare di intensità nel tempo; alla fine, una persona può rimanere paralizzata.

La condizione può anche essere pericolosa per la vita, poiché può interferire con la respirazione, la pressione sanguigna e la frequenza cardiaca.

Mentre l’EMA indaga sul legame tra il vaccino AstraZeneca e rari casi di sindrome di Guillain-Barre, i funzionari del governo britannico si sono espressi.

“Il vaccino Oxford / AstraZeneca è sicuro, efficace e ha già salvato migliaia di vite nel Regno Unito e in tutto il mondo”, ha detto un portavoce del governo.

Si ricorda che l’MHRA – il regolatore indipendente del Regno Unito – è sicuro che i benefici del vaccino superino di gran lunga i rischi.

Un altro raro effetto collaterale legato alla somministrazione del vaccino AstraZeneca sono i coaguli di sangue con un basso numero di piastrine.

Il comitato per la sicurezza dell’EMA ha già concluso che i coaguli di sangue insoliti con piastrine basse “dovrebbero essere elencati come effetto collaterale molto raro”.

Finora, la maggior parte dei casi segnalati si è verificata in donne di età inferiore ai 60 anni, ha riferito l’EMA.

Questo è il motivo per cui l’ultimo consiglio del governo britannico è che alle persone di età inferiore ai 40 anni vengano offerti vaccini alternativi.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Leave a Reply