Altaroma apre con la sfilata collettiva ‘Rome is my runway’

Posted On By admin
altaroma-apre-con-la-sfilata-collettiva-‘rome-is-my-runway’

È la terza edizione del format ‘Rome is my Runway”, sfilata collettiva riservata alla promozione di brand emergenti, selezionati su territorio nazionale, ad aprire la nuova edizione di Altaroma (15-17/9) post pandemia, proposta a settembre anziché luglio per questo in versione digitale e “fisica”, per la prima volta a Palazzo Brancaccio.

Andres Romo, nato e cresciuto in Messico, ha studiato in una delle principali scuole di Design del Messico: l’università Casa Blanca situata nella città di Culiacàn Sinaloa. Attualmente è lo stilista ufficiale di E.G.V.1, azienda di produzione di divise di alta qualità per compagnie aree commerciali e private di tutto il mondo. Il suo marchio Andres Romo by Andrès Romo presenta una donna che vuole prendere il passato e mescolarlo con il presente, il tutto attraverso dell’ispirazione della tradizione messicana, che si traduce in abiti floreali, colori freschi, linee romantiche vagamente anni ’50. La sua produzione è in Italia. Cielito Lindo, nome della nuova collezione racconta capi senza tempo, ispirati a un’eleganza nostalgica dove forme e volumi sono costruiti per esaltare la figura femminile.

Roni Studios è un brand con sede a Milano che propone la tradizione dell’artigianato milanese, all’interno di un design de-costruito che trae ispirazione da Tel Aviv, città scelta perché “caotica e contraddittoria”. La stilista dedica molta attenzione all’intero processo produttivo, dalla raccolta di materie prime alla produzione del tessuto, fino alla cucitura finale, spinta da un’ideologia basata sull’etica ambientalista.

Sartoria 74, marchio creato nel 2018 da Francesca Ciccarelli, guarda all’eleganza della sartoria partenopea e rivisita il tuxedo, scegliendo il rosa e il nero per abiti lunghi e tailleur creati con tutti i criteri dell’alta sartoria.

Salvatore Vignola ama la sport couture e mischia abiti di seta a calosce di gomma, trench e mise da red carpet, alternando seta e lane, popeline e tessuti innovativi come il tulle di soia e il denim di canapa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *